Life Coaching

Il prefisso che precede la parola “coaching” solitamente indica l’ambito d’applicazione della metodologia del coaching: ad esempio il corporate coaching indica il coaching aziendale, il business coaching il coaching imprenditoriale, lo sport coaching il coaching nell’ambito sportivo, e così via.

Il termine “life” indica l’ambito personale. Life coaching letteralmente significa “allenamento alla vita”, infatti il life coach è colui che allena il coachee in tutte quelle circostanze che rientrano nella vita di tutti giorni, dal punto di vista individuale, relazionale e lavorativo.

Il percorso di life coaching è un percorso di autorealizzazione che è esso stesso fonte di felicità. Questo percorso può avvenire in tre aree di sviluppo secondo la teoria dell’autodeterminazione (Self Determination Theory) che sono quelle della:

La competenza indica la relazione produttiva con l’ambiente, le nostre opere, tutto ciò che è connesso al “fare” (es. il lavoro, lo studio, ecc.); è il bisogno di riuscire ad agire con competenza in un contesto, a cui ci si vuole integrare ed armonizzare, e quest’azione che ne nasce genera la cosiddetta felicità dell’opera.

La relazionalità è connessa alle relazioni affettive in generale e si fonda sul bisogno di costruire e avere relazioni sociali. Dal riuscire a sviluppare relazioni sicure e positive, in ambito amoroso, familiare o amicale, deriva la felicità dell’amare.

L’autonomia è la propensione di un individuo a tendere all’autogoverno, e quindi dell’avere il controllo delle proprie azioni e dell’essere libero di scegliere coscientemente. Si basa sull’esperienza di integrità, coscienza e senso di sé che accompagnano le azioni autodeterminate e che generano la felicità dell’essere.

 

Condividi suShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn